Il blog di Tegos Design

Case, stili e tendenze 2.0

Carta da parati: dove acquistare le più belle

La carta da parati è senz’altro un accessorio per la casa considerato da molti come vintage e retrò: ci fa pensare alle vecchie case delle nonne in cui la scala di colori predominanti va dal rosso mattone al verde oliva. Ma non c’è niente di più sbagliato nel pensare questo! Come per le cementine, i pavimenti anni ’50 ultimamente riscoperti e riportati alla loro gloria, anche le carte da parati si stanno riscattando da quell’aura shabby che le ha fatte preferire alle vernici luminose e alle pareti materiche.

E’ vero, una volta la carta da parati aveva poche fantasie: di solito erano i fiori i più gettonati. Ma oggi non è più così! In vendita ci sono delle carte con stampe dai colori brillanti e con grafiche divertenti e originali che possono caratterizzare gli ambienti della casa. Vediamo quali sono gli store on-line più affidabili e che hanno una vasta selezione di carte da parati!

 carta-parati

carta-parati-mattoni

Queste stampe, una così elegante l’altra per dare un tocco Newyorkese con i famosi red brick, sono due esempi di quello che potete trovare da Graham & Brown uno degli store on-line in cui vi consigliamo di acquistare carte da parati. Loro sono affidabili e puntali nelle consegne e se non siete convinti dell’effetto che potrebbe avere la carta sulla parete potete sempre ordinare un campione.

carta-parati-fiori

carta-parati-keith-haring

carta-parati-bagno

Da Wall & Decò invece troverete delle carte da parati incredibili: se la vostra intenzione è quella di stupire allora dovete farvi un giro su questo sito. Le stampe sembrano dei veri e propri dipinti a mano: sono così ben fatte che anche le carte con disegni floreali (che possono far pensare alle tristi pareti tappezzate delle case vecchie) sono splendide e dai colori esplosivi.

Inoltre hanno delle carte resistenti all’acqua da mettere in bagno e cucina o quelle specifiche per ambienti esterni, assolutamente irresistibili!

La zona doccia come in una Spa

Una volta la doccia era un angolo chiuso, spesso buio e decisamente piccolo del bagno. Sicuramente, un tempo erano molto più belli e gradevoli all’occhio i bagni con le vasche che quelli con le docce. Oggi per fortuna esistono diverse soluzioni per poter trasformare la doccia in un punto del bagno elegante. Le parole d’ordine sono sicuramente grandezza, spazio e luminosità: mettiamo al bando le docce – loculi (ovviamente dove c’è la possibilità)!

Negli ultimi anni si è diffusa la moda delle docce a pavimento o filopavimento: una canalina di scarico (una lunga fessura di metallo) posta appunto sul pavimento raccoglie tutta l’acqua (aiutata dalla leggera pendenza che viene data al pavimento), quindi niente paura non vi ritroverete con il bagno allagato! Questo tipo di soluzione inoltre vi permette una maggiore libertà nelle dimensioni, potete sviluppare la vostra doccia lungo tutta la parete che avete a disposizione senza essere limitati dalle misure standard dei piatti doccia:

doccia-3via Life1motion

Se la soluzione a pavimento non vi convince potete sempre optare per un piatto doccia più sottile e basso che comunque assicura una certa eleganza. Inoltre come abbiamo visto anche nell’esempio precedente è bene caratterizzare la zona doccia con l’utilizzo di piastrelle con una fantasia diversa rispetto a quella del resto del bagno. In questo caso ritroviamo le bellissime cementine di cui vi abbiamo già parlato:

docciavia Jelanie Shop

Se non amate il freddo della ceramica sotto i piedi potete optare per un pavimento o una pedana in legno teak, molto resistente all’acqua:

doccia-5

Se avete intenzione di ristrutturare il vostro bagno e inserire una bella doccia ampia che dia profondità e luminosità non esitate a contattarci! Noi di Tegos Design sapremo trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze con un tocco di design ed eleganza!

 

Cucine a vista: i trucchi per renderle eleganti

E’ senz’altro il trend del momento: le cucine a vista, con mensole ricolme di piatti, pentole e bicchieri di ogni forma e colore, stanno invadendo sempre più le nostre case. Sarà la fama che sta avendo lo stile shabby chic e da bistrot francese, bisogna dire che mettere in mostra un po’ di stoviglie rende più vivace e interessante l’ambiente. Vediamo allora come caratterizzare la cucina con mensole e scaffali, basta seguire qualche piccola regola e l’effetto finale sarà davvero sorprendente!  Il segreto infatti sta nel disporre i vari oggetti in modo da valorizzarli e rendere lo spazio unico e originale.

Come in questa cucina molto graziosa dove è stata ricavata una grande nicchia in cui sono stati inseriti degli scaffali in legno. A dare un tocco in più alla composizione sono i ripiani sfalsati e degli elementi che conferiscono colore (le tazze e le teiere in ceramica ma anche i barattoli di vetro contenenti alimenti di diversa tonalità) ed eleganza (i calici di cristallo):

cucina-vista-mensolevia Tatertos & Jello

Come dicevamo il segreto delle cucine a vista sta nel disporre i vari oggetti seguendo uno schema. Per rendere il tutto più armonico e pulito ed evitare che le vostre mensole si trasformino in punti disordinati della cucina, fate come consiglia la blogger di Warm Hot Chocolate:

  • Scegliete una palette dai colori neutrali
  • Aggiungete elementi interessanti giocando con misure diverse e materiali diversi
  • Prediligete la semplicità e non abbiate paura di lasciare dello spazio vuoto tra i vari oggetti
  • Ripetete in sequenza i vari piatti e bicchieri per creare armonia visuale

cucina-vista-consigli-2

Se non avete voglia di mettere le mensole potete sempre optare per degli scaffali che possono essere una valida soluzione temporanea se nel futuro vi stancate di una cucina a vista. Guardate quanto è carino questo scaffale in metallo su cui sono state disposte sapientemente diverse stoviglie, bottiglie, alimenti e oggetti proponendo un gioco di colori arancio/giallo e bianco:

cucina-vista-scaffalevia Tatertos & Jello

Un’altro elemento che non dovrebbe mai mancare in una casa sono i libri e le piante. In una cucina conferiscono sicuramente un tocco in più:

mensole-cucinavia Practising Semplicity

 

 

Teste di cervo: gli accessori per la casa che fanno tendenza

In ogni film western che si rispetti le teste di cervo o di altri animali alla parete sono immancabili. Una volta infatti i cacciatori le esibivano come trofei, erano il segno della loro capacità nella caccia.

In tempi più recenti, da quando lo stile scandinavo è diventato una moda, si sta riscoprendo questa antica usanza e le teste di cervo si sono trasformate in un accessorio di design per la casa. Dimenticate allora i tristi animali imbalsamati appesi sopra il camino: ora si trovano di tutti i materiali e colori!

Vediamo allora qualche idea presa dal web di come un accessorio tipicamente country possa adattarsi a delle case più moderne. Queste teste di cervo ad esempio sono di carta e potete acquistarle online su Etsy:

teste-cervo-cartavia Foldeer 

Se però volete mantenervi sul tradizionale ma non amate gli animali imbalsamati andate a dare un’occhiata allo store di White Faux Taxidermy che ha un’ampia scelta di teste di cervo ma anche di unicorni, alci, rinoceronti e molti altri animali (alcuni sono davvero esilaranti come la testa del T-Rex o dell’alligatore, altri hanno dei colori sgargianti e fluorescenti). Il materiale utilizzato è la resina e sicuramente queste teste di cervo potranno aggiungere eleganza e particolarità all’ambiente. Come questo ad esempio:

testa-cervo-resinavia Heart Home Magazine

Per chi invece ama l’arte e piace arredare la casa con oggetti unici realizzati da artisti affermati deve tenere a mente le opere della designer Frédérique Morrel la quale crea delle bellissime sculture di animali riciclando tappezzeria e tessuti vintage:

teste-cervo-tessutovia Plascon Trends

Ma se si vuole rimanere sul semplice allora si può puntare su altri accessori come i cuscini. In questo modo porteremo comunque un po’ di Lapponia e di stile scandinavo nelle nostre case:

teste-cervo-cuscinivia Colorfulz I Love Pillow – Home Interior Ideas

Tazze e Mugs: una passione intramontabile

Vi ho mai detto di quanto adori tazze, tazzine e mugs? Tanto, tantissimo!!!
Ricordo ancora la mia prima tazza, regalatami da mia una mia zia che ora non c’è più: aveva disegnato sopra un orso e c’era scritto “Merry Prrrrstmas” o qualcosa del genere, purtroppo frantumata in pezzi ma dopo una lunghissima vita di almeno 10 anni!
Da allora ad ogni viaggio che intraprendo ne riporto sempre a casa almeno una come ricordo. E mi piace metterle in mostra, appese ai ganci o sulle mensole.
Ecco qualche idea da copiare per la loro disposizione in cucina e uno shop online dove acquistarne di originali:
Il tutto a vista è diventato di gran tendenza, così piatti, bicchieri, ciotole e tazze sono i veri protagonisti in cucina. Questo stile fa molto cucina shabby e anche se non piace questo stile, dare un tocco di colore e personalità con qualche accessorio sulle mensole è senz’altro un’idea da copiare!
Dove acquistare delle bellissime tazze? Ecco un sito super cool: Society6, lo conoscete? Ci sono tanti accessori per la casa tutti creati da designers e a prezzi accessibilissimi! Ad esempio queste tazze costano 15 $, non male no?

Stile boho chic per una casa eclettica e colorata

Un altro stile di interior design starete pensando, come se non ce ne fossero già tanti a confonderci le idee!
Ma il Boho Chic mi piace particolarmente sia per la casa che per l’outfit. Quindi perchè non conoscerlo meglio?
Lo stile Boho Chic o Bohemien Chic si rifà allo stile boheme francese ed stato adottato prima nel mondo della moda, quando la modella Kate Moss le attrici Sienna Miller, Mary-Kate e Ashley Olsen lo hanno portato alla ribalta nei primi anni 2000. Ricordate i loro abiti hippie/gipsy tutti merlettati e la moda delle fascette messe sull’attaccatura dei capelli e le piume come orecchini? Ecco esattamente quello è il boho chic.

Il bello del boho chic è la sua vibrante palette di colori – che spazia dai toni dell’arancione a quelli del magenta – l’uso di decori e oggettistica vintage e di seconda mano, il mix di vari tessuti, le candele e gli accessori a tema viaggio. Uno stile per chi non ha paura di esagerare.

Cosa e dove acquistare per rendere la vostra casa Boho Chic? Ecco qui qualche idea:

1. Cuscini Coconut Lime 77
2. Tappeto Shoppe
3. Divano Maisons du Monde
4. Runner Mexican Home Decor
5. Poltrona Maisons du Monde
6. Pouf Craft Aura Home

Ikea collezione Resort: quando arriva in Italia?

Gironzolando per il web mi sono imbattuta in una notizia molto interessante: “Ikea lancia una nuova collezione: Resort” in edizione limitata a partire dal 28 maggio. Mi sono brillati gli occhi, adoro le novità di casa Ikea, ero già pronta a un full-time immersion nel negozio questo week-end… e invece con sommo dispiacere scopro che la collezione Resort sarà lanciata solo in Francia! Noooo, che peccato!Guardate che bellezza questi arredi, Ikea sembra voler rivoluzionare un pò il suo stile nordico e portare una ventata di esotico ed etnico!

Mi piacciono molto i runner e i piatti, teiere e tazze nere! Ma anche quelle tazze con decoro interno sono davvero raffinate! A questo punto non ci resta che chiedere a gran voce: mamma Ikea quando arriva la collezione Resort in Italia?

Lampade treppiedi: una moda che ritorna

Le avrete notate anche voi queste lampade treppiedi dette anche tripodi, ormai stanno spuntando come funghi in molti spazi espositivi e di arredamento.
C’è chi le disgusta e mai oserebbe mettersele in casa e chi le adora. Sono delle lampade di grande effetto visivo proprio perchè danno la sensazione di trovarsi sul set di un film o di uno shoot fotografico. Ed io da amante della fotografia potrei non amare questi oggetti di design?
Pensate che il design di queste lampade è stato ispirato all’epoca delle esplorazioni e alla storia marittima e cartografica. Come spiega anche il blog House Appeal i cartografi e i topografi hanno iniziato ad utilizzare i treppiedi proprio per le loro caratteristiche, la possibilità di regolarne l’altezza e la loro stabilità essendo poggiati su tre gambe.
In tempi più recenti si sono riprese queste funzionalità e si sono applicate al settore cinematografico e della moda. Pensate che è stato lo scenografo, stilista e artista di origine spagnola Mariano Fortuny de Mendoza nel 1907 a creare la famosa lampada dei fotografi ovvero Fortuny, rimasta unica nel tempo e oggetto di continue riedizioni. La sua idea geniale è stata quella di ottenere una luce soffusa attraverso l’orientamento della lampadina verso l’interno, usando un tessuto bianco come riflettente.
Non siete ancora convinti della bellezza di queste lampade? Pensate siano troppo “industriali” per le vostre case eleganti? Allora beccatevi queste foto di interni e ditemi se non conferiscono carattere e stile agli ambienti!
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Allora che ne dite, vi ho convinto? Ecco ora arrivano i problemi: quelle splendide lampade Fortuny costano un occhio della testa! Non sono proprio alla portata di tutti come del resto tanti altri oggetti di design, ma per fortuna si possono trovare delle lampade molto simili a prezzi decisamente accettabili!
Lampada Chicago: acquistala da Made – Lampada treppiede esotica: acquistala da Maison du Monde – Lampada treppiede industriale: acquistala da Maison du Monde

Biciclette per decorare la casa

Se ne vedono sistemate in tutti i modi: in balcone – tra una pianta e l’altra che la ruggine se la porta via – in garage – nell’angolo rimasto vuoto – addirittura in cantina – dimenticata tra le cose vecchie.
Sono le biciclette, chi non ne ha almeno una? E chi non ha dovuto affrontare l’insidioso problema di dove riporle? (se non si ha spazio in casa, of course).

Beh, oggi vi faremo cambiare idea sulla disposizione delle biciclette nelle nostre case. Sì perchè possono fungere da elemento di arredo e conferire uno stile originale, moderno o country. Guardate questi ambienti e correte a prendere le vostre bici dimenticate!
Image and video hosting by TinyPic
via Hgtv
Si tratta di The Bike Shelf  una originale mensola che integra “l’appendi – bicicletta”, per vestire una parete di non soli libri.
In questo ambiente la bicicletta non risulta semplicemente appesa alla parete ma diventa un importante elemento decorativo e stilistico.
Il classico gancio ma reinventato. Il manubrio e la sella riproducono delle divertentissime teste di cervo e diventano appendiabiti e appendi – bicicletta. Una perete originalissima, solo per veri appassionati di ciclismo.
E ancora: potete appendere le bici al soffitto creando un gioco creativo con altri arredi o al lato di una libreria.
Oppure potete integrarla in una decorazione luminosa come in questo esempio dal sapore natalizio.
Andando sul classico, appoggiare semplicemente la bicicletta alla parete.  Potrebbe sembrare banale o dare l’impressione di trascuratezza (so già che mamme e suocere non gradiranno, “ah questa bici fuori posto!”) ma se opportunamente inserita nell’ambiente farà la sua figura! Come in questo esempio dove la bicicletta va a decorare un punto che altrimenti sarebbe rimasto bianco e vuoto.

Questa soluzione non taglierà via neanche un centimetro di spazio alla vostra casa!

Infine diamo sfogo al vintage e al recupero con una tenera bicicletta – monopattino!

Idee per piccoli balconi urbani

In questo momento dell’anno in cui la natura si risveglia e diventa rigogliosa è un piacere trasformare i balconi, i terrazzi o giardini in oasi verdi dove rilassarsi nelle calde giornate.
In città purtroppo molti hanno a disposizione solo dei piccoli balconi, molti amanti delle piante e del verde rinunciano ad arredare questo parte della casa a causa dello spazio ridotto, ma per fortuna in giro per il web si trovano tante idee anche per i piccoli balconi e le nuove tendenze stanno puntando su arredi che aiutano a organizzare gli spazi.
Allora vediamo come si possono arredare in modo carino e ordinato i nostri piccoli balconi cittadini:
Ikea ci viene sempre in aiuto quando si tratta di spazi minuscoli: qui possiamo vedere alcuni mobili per esterno della serie Äpplarö, tra cui la panca con pannello e il tavolino con le sedie e poi anche la pedana Runnen a rivestimento del pavimento fa la sua figura sul balcone! Vorrei prendere tutte queste cose ma il mio ragazzo mi ha bocciato già la pedana! Spero di riuscire a fargli cambiare idea!

via Design RevolverDesainerThe Rikrak Studio

Pensare in verticale! Sfruttare l’altezza e le pareti circostanti il balcone per appendere vasi e piante rampicanti! Molto carina l’idea delle piante succulente ordinate in una cornice come un quadro!
via Pinterest
Image and video hosting by TinyPic
Creare delle belle sedute con un vecchio baule e un tavolino per l’aperitivo o la colazione del week-end: queste sono idee da copiare!
E poi ovviamente non lesinare con le piante! Mettere le rampicanti, le erbe aromatiche e altre piante con dei bei fiori colorati per rendere ancora più accogliente e vivace il nostro balcone! Per vedere il mio dovrete aspettare un pò, ma dai che il tempo vola (speriamo!).